Nominativo Ripetitore R5

Questa sera tornando a casa ho, anzi abbiamo avuto una bella sorpresa. Sinceramente non pensavo che a così breve distanza ci fosse stata un’ accelerazione nel disbrigo delle pratiche. Ho trovato una bella busta gialla con intestazione “MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO Direzione Generale per i Sevizi Comunicazione” con sopra il mio nome, ho capito immediatamente! Gli sforzi dei “vecchi consiglieri , Presidente” e di IK5NLA Antonio hanno dato i loro frutti! Ci è stata assegnata l’ Autorizzazione Generale per l’esercizio di un Ponte ripetitore analogico con nominativo

IR5AD

QRG: 145,725 ( Tx ), 145,125 ( Rx ) MHz

Località Formia, Carmignano, Prato (sotto al Pinone)

Gli sforzi dei vecchi e nuovi consiglieri sono stati premiati, in particolare di Antonio IK5NLA vanno i complimenti di tutti, la sua costanza e dedizione hanno fatto si di portare a buon fine questa impresa, già molte volte rimasta in sa quali paludi burocratiche, Antonio ha fatto si che il tutto si rimettesse in movimento con il lieto fine appena descritto.

Facciamo lavorare queste frequenze, allora a presto in aria..

Il Presidente

Fabrizio Bargioni I5NXH

Una risposta a “Nominativo Ripetitore R5”

  1. La frequenza di accesso al ponte è 145.125 MHz mentre l’uscita è 145.725 MHz.
    A volte l’euforia porta a errare per cui in sezione verrà crocifisso l’autore in sala radio .
    Partecipate numerosi.
    Lido i5wnn
    Bene, mi ero appena poggiato sul divano quando sento bussare alla porta:
    -Vediamo chi secca, m’ero appena appisolata!- Commenta la padrona alterata.
    La non fece a tempo a aprire che s’imbucano cinque figuri vestiti di nero, quattro con una redingote d’altri tempi e il quinto, che reggeva un bottiglione da du’ litri di sciampo antiforfora (di quello bono) ed un cappuccio in capo tipo boia d’una vorta.
    – Che se’ te che t’hai scritto l’errata corrige?- M’interpella il quinto.
    – Si perchè?- Rispondo candido io.
    – Acchiappatelo!- Bercia l’omo agitando i’ bottiglione – E portatelo in bagno –
    In du’ secondi ero li, capo all’ingiù, fermo su i lavandino mentre la padrona lamentava: – Oh i che vu gli fate? Unn’ha fatto nulla di male!-. L’omo apre la cannella e principia a lavarmi il capo.
    – E’ bene chiarire che te un tu capisci nulla!- Io gli rispondo d’istinto:
    – Se capivo quarcosa a quest’ora ero su un’isola de’ mari del sud a farmi dondolare da delle belle figliole!-
    Unn’aveo nemmeno finito di apri’ bocca che m’arriva un capatone a mano larga: – Questo per anticipo; e dopo se ne riparla!-
    M’ero dimenticato della padrona, d’altra parte con lo sciampo negli occhi un la poteo nemmen vedere.
    – Bene, visto che l’è chiaro che un tu capisci nulla passiamo al primo punto. In sala radio non si crocifigge nessuno! Primo perchè si fa sudicio e dopo c’è da pulire e dopo perchè metti il caso che questo dopo tre giorni risorge minimo e ci tornano le qsl per il prossimo secolo con scritto “not in the log”.-
    – E’ vero, un ci pensavo!- Ammisi di fronte a simil logica stringente.
    – Quindi parliamo del ponte, premesso che anche te t’ammetti di un capi’ nulla, ti rammento che lui trasmette a 145.725 e ascorta a 145.125. nella nota unn’eri te che parlavi ma i’ ponte!!!-
    – Ho ‘nteso, ma a me mi pareva ovvio l’invece, comunque mi pento de mi’ peccati e prometto di un fallo più-
    Al che il gruppo, da di piglio al phono e m’asciuga i’ capo levandosi di torno.
    Appena l’uscio sbacchia mi sento apostrofare:- I cche si diceva a proposito dell’isola e delle figliole?-

I commenti sono chiusi.