Contest delle Sezioni UHF e Superiori

Cara Sezione,
da quest'anno il Comitato Regionale Toscano organizza il "Contest delle ezioni UHF e Superiori".

Per rendere fruttuoso l'evento anche tu e la tua Sezione siete chiamati contribuire alla promozione del Contest.
Ti segnalo per questo alcune informazioni e indicazioni che spero vorrai llargare ai tuoi soci.

Prima di tutto date e tempi: il Contest si svolge domenica 15 aprile alle ore 8 alle ore 15 UTC (quindi dalle ore 10 alle ore 17 locali). Il egolamento completo è disponibile sul sito del CRT ma ti segnalo che la ezione di appartenenza è moltiplicatore e quindi quante più sezioni sono in aria e vengono collegate maggiore è il punteggio.
Questo contest è giunto alla 11a edizione e negli ultimi anni purtroppo non è stato curato al meglio da un altro Comitato Regionale tanto che nella gestione si è sostituita in via temporanea la Sezione di Trieste che si occupava già la tornata per le VHF.
Il nostro Comitato Regionale, da sempre attento alle attività che si svolgono nelle bande V-U-SHF, da quest'anno quindi si occuperà della reparazione, gestione, redazione delle classiche e premiazioni per uesto contest.

Pur essendo un contest a carattere nazionale non sfuggirà ai più che la partecipazione delle stazioni della zona 5 non potrà che essere soddisfazione e motivo di orgoglio per il Comitato stesso e auspico quindi che la risposta delle Sezioni Toscane sarà tangibile nel numero di stazioni attive, di log inviati e di risultati.

Per rendere possibile il raggiungimento di questo risultato, all'impulso dato dal Comitato, si richiede una risposta fattiva delle Sezioni che, attraverso l'informazione ai soci, la promozione di gruppi di "contestatori" e il supporto tecnico e logistico a quei soci che vorranno cimentarsi in questa attività , renda di fatto possibile la
presenza in aria di un discreto numero di stazioni.
Le bande UHF e Superiori sono in genere viste come un settore elitario o marginale rispetto alle VHF e, ancora di più, rispetto alle HF; ma con le dovute proporzioni e scoprendo le pecularietà tecniche del settore, si possono trovare forti soddisfazioni anche in questo settore (taluni diranno, a ragione, soprattutto in questo settore).

Questo contest potrebbe essere l'occasione per rinsaldare alcune attività nelle Sezioni e per evidenziare i fondamentali compiti di coordinamento e condivisione che ogni Sezione dovrebbe avere con e tra i propri soci. Visto il tenore di sicuro più pacato e "da salotto" che contraddistingue queste gamme anche i nuovi OM potrebbero scoprire un terreno più fertile per muovere i primi passi e maturare le esperienze, magari con vecchi OM al fianco. Anche l'utilizzo del nominativo di
Sezione in questo frangente sarebbe un segno distintivo del tipo di attività che si svolge.

Vediamo cosa potrebbe essere fatto concentrandosi sui 432 MHz. Cosa serve per attivarsi?

APPARATO:

Il recente sviluppo di apparati all-mode multibanda ha reso la banda dei 70cm nei modi SSB e CW più facilmente fruibile. In passato era necessario un apparato ad-hoc o, ancora più in passato, la costruzione di un transverter oggi invece ritroviamo questa funzione in molti dei moderni transceiver (tralascio i giudizi sulle caratteristiche tecniche di questi apparati – si tratta del primo passo!).
Dalle mie esperienze dirette ho notato che molti dei nuovi OM (che ho visto con piacere crescere nelle ultime sessioni di esame) si ritrovano quindi a comprare apparati che, come detto, coprono così diversi modi e bande che un tempo sarebbero stati necessari 3 o più apparati. Di fatto quindi anche i 432 MHz oppure i 1,2 GHz sono potenzialmente molto più presenti che un tempo nelle nostre stazioni.

QTH:
Di certo per queste bande la posizione geografica è fondamentale per i risultati e di conseguenza per la soddisfazione quindi, a meno che non si abbia la fortuna di vivere "sul cucuzzolo", sarà necessario pensare a delle attività in portatile. Qui molti pigri troveranno un mare di scuse per recedere dalle buone intenzioni ma ricordo che si tratta di una domenica di aprile (che visto com'è l'inverno sarà tipo un giugno di
qualche tempo fa…) e che l'inizio è per le 10, orario consono anche ai più dormiglioni. Inoltre bisogna tenere a mente che, nei passi successivi che portano ad una partecipazione piena al contest, il primo punto è esserci, magari in ritardo o per poche ore ma comunque esserci, divertirsi e fare qualche qso (e spedire il log), i risultati e le classifiche vengono dopo nella lista delle priorità e sono solo una
parte del gioco.

ANTENNA:
L'antenna se non la si ha o trova nel raggio degli amici la si può sempre costruire. E qui casca tutta la buona volontà . Bene allora devo convenire con chi ci vede come degli schiaccia-bottoni. A meno che non si disponga di capacità progettuali ci si può appoggiare a progetti esistenti e anche per chi come me non eccelle in capacità meccaniche ci sono soluzioni che per il nostro contest e con il nostro fine, quello di
attrezzare una stazione che ci permatta di esserci e divertirci, possono rivelarsi praticabili. Penso in particolari ad alcune antenne di Martin DK7ZB che sono costruite con materiale di facilmente reperibile presso i negozi di materiale elettrico. Antenne che data la loro estrema leggerezza possono essere sostenute anche su mast in vetroresina (canne da pesca…) o di fortuna. Tutte le informazioni per la costruzione sono disponibili nelle pagine internet di DK7ZB all'indirizzo
http://www.mydarc.de/dk7zb/PVC-Yagis/9-Ele-70cm.htm (www.mydarc.de/dk7zb il sito completo). Considerato che ancora mancano diverse settimane alla data del contest la costruzione può essere affrontata con tranquillità e divenire magari frutto di un lavoro di squadra all'interno della Sezione (c'è chi è più bravo a saldare, chi eccelle in meccanica, chi ha l'occhio per centrare gli elementi…).

LOGISTICA VARIA:

L'individuazione di una posizione interessante per le operazione, l'adozione di un congruo sistema di alimentazione per le operazioni in portatile (gruppo elettrogeno? batterie? dovrebbero essere sufficienti per le stazioni "entry level") e poi mast e rotore che nel caso esposto possono limitarsi a una robusta canna da pesca con almento tre tiranti e il caro vecchio rotore umano. Rimangono fuori dalla lista le cibarie
(ognuno fa per sè) e il log cartaceo (un modello si trova nella sezione dedicata al Contest sul sito del CRT) o informatico (che può essere fatto in seguito) e prima di iniziare a trasmettere ricordarsi di calcolare il locatore e il codice della propria sezione (
http://www.ari.it/ari/sezioni.php?regione=Toscana). Se poi tutto questo
lo si consuma in buona compagnia si potrà scoprire anche che il divertimento si moltiplica.

Sperando in una adeguata risposta a questo "programma di lavoro" ti ricordo che sono disponibile ad approfondire l'argomento e a collaborare con quegli OM della tua Sezione che vorranno cimentarsi nell'impresa.

73 de Silvio, IZ5DIY
Coordinatore VHF UHF SHF – zona 5

email iz5diy@arimpt.org
cellulare 3479068130