A tutti i Soci della Sezione di Prato

Nonostante l’appello formulato all’ultima assemblea dei soci e ripetuto sul nostro sito di Sezione, mi preme ricordare che il trasloco alla nuova sede è terminato, ma ancora non è terminata la sistemazione degli arredi, la stazione radio, la segreteria, il laboratorio e il magazzino. La sistemazione della nuova sede non funziona come un programma del computer, non si autoinstalla e non è previsto neppure che sempre i soliti si facciano il mazzo, tutti noi abbiamo impegni diversi dall’andare a mettere a posto la roba di tutti, ma un MINIMO del proprio tempo libero, credo che gran parte dei Soci lo possano dedicare alla Sezione, una volta ogni tanto.
Io, in qualità di presidente, mi sento responsabile per l’incarico che ricopro e non mi sono mai tirato indietro di fronte ai problemi che la Sezione ha avuto nel passato e non mi tiro indietro per i problemi attuali, infatti mi sono ritrovato anche da solo a sistemare ciò che ho potuto, ho rubato qualche ritaglio del MIO tempo libero nei MIEI fine settimana.Adesso sono a chiedere un minimo di partecipazione per una simulazione di protezione civile organizzata dal Comune di Prato e la Provincia di Prato, che in pratica sono gli Enti che ci permetteranno di pagare le spese di affitto della nuova sede per un totale di 6000€ all’anno per i prossimi cinque anni. Ci hanno chiesto di partecipare con delle iniziative nostre finalizzate alle comunicazioni e trasmissione dati, ma servono almeno quattro persone per un sabato e quattro per una domenica, ed è evidente che non ci possiamo tirare indietro quindi, se la Sezione vi sta a cuore, datevi una mossa e contattate Gabriele IK5ZTWquanto prima, perché la simulazione è alle porte. Vorrei precisare che l’ultima volta che abbiamo partecipato ad una cosa simile è stato nel 2005 quindi, tutto sommato è un piccolo “sacrificio” che Vi viene chiesto, ne va del futuro della NOSTRA Sezione.